UNa per mille di Cristina Bove

Cover-def-Una-per-mille_Cristina-Bove_solo-prima-300x300cris

dalla prefazione di Franco Romanò:

Il rimando a un tempo trascorso sembra immetterci nel solco del romanzo storico, o d’ambiente, assai frequentato nella narrativa recente e persino nel cinema, che ha abbondantemente saccheggiato l’humus partenopeo in tutta la sua estensione. La storia è presente in questo romanzo, ma l’immagine così netta che sembra trasparire dal brano di cui sopra si dissolve nel seguito della narrazione in tanti rivoli, fino a rarefarsi, per poi tornare nell’immagine finale e globale del romanzo che chi legge ritrova alla fine del viaggio, ma solo dopo avere girato al largo e in tondo, come in una realtà fatta di cerchi concentrici che si dilatano in diverse direzioni. […] Entrano così in scena diversi personaggi: due bambine, una madre che sta morendo, giovani donne che si fidanzano, le letture di una generazione e la musica a trecentosessanta gradi, qualche crimine vero o immaginato sullo sfondo, i corsi di scrittura – ahimè! – visto che tendono tutti a omologare verso un dettato medio e discretamente asettico! […] Un romanzo corale e nomade dunque? L’autrice lo suggerisce e al tempo stesso lo nega: infatti nessuna di queste storie arriva a una vera conclusione, ma s’intrecciano e si perdono, ritornano dopo un inabissamento carsico, i personaggi ricompaiono ma nessuno e niente arriva a una vera conclusione, pur nel trascorrere del tempo.

***

Cristina Bove è nata a Napoli nel 1942 e vive a Roma dal ’63. Ha cominciato da piccola a disegnare, assecondando una forte inclinazione per la lettura. Si è dedicata alla pittura, alla scultura, e alla scrittura. Ha vissuto da giovanissima tre anni a Tunisi dove fu allestita con successo la sua prima personale di pittura. È sua la scultura in bronzo nell’atrio dell’hotel “Sabbiadoro” a S. Benedetto del Tronto. Per la poesia ha pubblicato: Fiori e fulmini, 2007, Il respiro della luna, 2008, Attraversamenti verticali, 2009, Il Foglio Letterario; Mi hanno detto di Ofelia, Edizioni Smasher, 2012; e l’ebook Metà del silenzio, Edizioni PiBuk, 2014. Suoi testi sono presenti in molte antologie, tra cui: Antologia di Poetarum Silva, curatela di Enzo Campi; Auroralia, curatela di Gaja Cenciarelli; La ricognizione del dolore, curatela di Pietro Pancamo; Antologia del Giardino dei poeti, collaborazione propria alla curatela; Cronache da Rapa Nui, curatela di Gianmario Lucini, Edizionicfr.it/Libri, 2013; Un sandalo per Rut “Oratorio per l’oggi” curatela di Abele Longo, Ed. Accademia di Terre d’Otranto, 2014; Sotto il cielo di Lampedusa. Annegati da respingimento, curatela di Pina Piccolo, Edizioni Rayuela, 2014. Tra i siti che comprendono suoi testi: La poesia e lo spirito, La dimora del tempo sospeso, blancdetanuque, Neobar, Filosofi per caso, Rai News–Luigia Sorrentino, Versante Ripido, muttercourage–Anna Maria Curci, Carteggi letterari. Conduce il blog http://giardinodeipoeti.wordpress.com/ ed è nella redazione di http://viadellebelledonne.wordpress.com/. Il suo blog, https://cristinabove.net. Di recente si dedica anche alla fotografia e alla grafica digitale.

cfr Fusibilia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *