Il monologo di Molly Bloom di J.Joyce

Monologo di Molly-Ulisse di Joyce

“..eravamo stesi tra i rododendri sul promontorio di Howth con quel suo vestito di tweedl grigio e la paglietta / il giorno che gli feci fare la dichiarazione / sì prima gli passai in bocca quel pezzetto di biscotti all’anice / e era un anno

Leggi tutto
Leggi il seguito

Doris Lessing Il quarto figlio Mondadori

}

Una storia dura

Rimane un senso di disagio, quasi di colpa.
Attraverso le emozioni di Heriet sono stata trascinata in una vicenda che pone una serie di interrogativi e obbliga a decisioni che fortunatamente la vita mi ha risparmiato.
Il sogno di Herriet e David di creare una famiglia

Leggi tutto
Leggi il seguito

Ancora sul Narratore di W.Benjamin

Il narratore di cui Benjamin tratta è lo scrittore russo ottocentesco Nicolai Leskov. Il saggio è importante perché in esso Benjamin parla dell’esperienza nella modernità, della capacità (o incapacità) di fare esperienze, della natura dell’esperienza dopo l’avvento e il consolidarsi del mondo borghese. All’impoverimento (chiamiamolo così) dell’esperienza nel mondo moderno, … Leggi tutto

Leggi il seguito

Annie Ernaux Gli anni (incipit)

9788898038169_0_0_731_80arnauxTutte le immagini scompariranno.

la donna accovacciata che, in pieno giorno, urinava dietro la baracca di un bar al margine delle rovine di Yvetot, dopo la guerra, si risistemava le mutande con la gonna ancora sollevata e se ne tornava nel caffè

il volto pieno di lacrime di Alida Valli … Leggi tutto

Leggi il seguito

Immersione di Christophe Ono-dit-Biot

9788858774045_0_0_1959_80

«Una coppia è la guerra. Lo vedrai quando t’innamorerai.»

«Una delle più belle storie d’amore che la letteratura francese ci abbia offerto da tempo.» – Le Figaro

«Romanzo brillante, di una generazione scettica, perfino cinica.» – Le Point

“L’hanno trovata così. Nuda e morta. Sulla spiaggia di un paese arabo. … Leggi tutto

Leggi il seguito

Uno dei migliori romanzi pubblicati. Eccomi di Foer

41lk2MsyNIL._SY346_efrem

Jacob non era mai non appartenuto a una sinagoga, non aveva mai non mostrato una qualche attenzione alle regole alimentari della kasherut, non aveva mai non dato per scontato – neppure nei momenti di massima frustrazione nei confronti di Israele o di suo padre o dell’ebraismo americano o dell’assenza di … Leggi tutto

Leggi il seguito