Il posto di Annie ERnaux e La classe disagiata (da doppio zero)

I dolori della classe disagiata

Nel libro Il posto Annie Ernaux ricostruisce la propria infanzia nel Nord della Francia e il tentativo di ascesa piccolo borghese del padre operaio che con un mutuo apre un bar-drogheria. Ernaux scrive che i suoi genitori “avevano bisogno di vivere”, cioè di

Leggi tutto
Leggi il seguito

Ancora sul Narratore di W.Benjamin

Il narratore di cui Benjamin tratta è lo scrittore russo ottocentesco Nicolai Leskov. Il saggio è importante perché in esso Benjamin parla dell’esperienza nella modernità, della capacità (o incapacità) di fare esperienze, della natura dell’esperienza dopo l’avvento e il consolidarsi del mondo borghese. All’impoverimento (chiamiamolo così) dell’esperienza nel mondo moderno, … Leggi tutto

Leggi il seguito

Linguistica e semiotica femminile

storia-delle-donne

Anche viaggiatori e missionari del diciassettesimo e

del diciottesimo secolo riportano resoconti di ‘linguaggi

delle donne’ fra gli indiani americani, fra gli africani e gli

asiatici, anche se le differenze nelle strutture linguistiche

che essi riportavano erano spesso superficiali. Esiste pure

un’evidenza etnografica che dimostra come in certe culture le … Leggi tutto

Leggi il seguito

Annie Ernaux Gli anni (incipit)

9788898038169_0_0_731_80arnauxTutte le immagini scompariranno.

la donna accovacciata che, in pieno giorno, urinava dietro la baracca di un bar al margine delle rovine di Yvetot, dopo la guerra, si risistemava le mutande con la gonna ancora sollevata e se ne tornava nel caffè

il volto pieno di lacrime di Alida Valli … Leggi tutto

Leggi il seguito

A proposito di Jean Portante

Interférences #10 / Jean Portante, romanzo di guerra e di emigrazione

Pubblicato il · in alfapiù, libri · Add Comment

[Interférences presenta questo mese un capitolo in italiano dell’ultimo romanzo di Jean Portante, L’architecture des temps instables (Éditions Phi, 2015), tradotto da Camilla Diez

Leggi tutto
Leggi il seguito

IL CAPUANO (stralci)

IL CAPUANO

Pier delle Vigne: l’azione scellerata

di Manlio Talamo

il capuano

PROLOGO

Pier delle Vigne. Capua 1210

Lungo il Volturno

“È piacevole, calma le mie ansie passeggiare con voi. Con te, piccolo Jacopo, venuto qui con i tuoi amabili genitori dalla tua lontana Sicilia, dalla tua accogliente residenza di Lentini, per … Leggi tutto

Leggi il seguito